Luca Cassiani e la sua esperienza nella riparazione delle solid surface

Luca Cassiani e la sua esperienza nella riparazione delle solid surface



Come nel rinascimento, ancora oggi le scuole migliori per gli artigiani sono le botteghe di famiglia in cui si ha la possibilità di essere accompagnati giorno per giorno alla scoperta del proprio talento.

Così è stato per Luca Cassiani, pesarese 44 anni, con 20 anni alle spalle di esperienza nella riparazione del corian e altre solid surface.

Cresciuto nella bottega del padre, Luca è riuscito a fare suo un mestiere che oggi appartiene a pochi in Italia. La sua dedizione al lavoro e alla pietra acrilica lo hanno portato negli anni a lavorare su tutto il territorio nazionale e recentemente in Europa. Il tempo lo ha ripagato, riconoscendogli professionalità e gratitudine.

Luca, come ti sei avvicinato a questo settore?

La mia famiglia possedeva una piccola falegnameria artigianale. Lavoravamo con i pantografi per realizzare conto terzi arredi su misura per i negozi. Sia io che mio fratello siamo stati accompagnati giorno per giorno da mio padre che ci ha introdotto al mestiere.

Come siete venuti a conoscenza della pietra acrilica?

Nel 2000, un rappresentante ci propose questo materiale all’ora innovativo chiamato Cristalan, prodotto tedesco, oggi non più in commercio. Tutti erano scettici sulla novità e non sapevano come lavorarlo, ma la tenacia del rappresentante ci ha premiato. Dopo vari tentativi mio padre, da buon falegname riuscì ad impostare le nostre macchine per lavorare la pietra acrilica e realizzò i primi piani di lavoro per cucine. Nel giro di 2 anni abbandonammo il legno e ci dedicammo esclusivamente alle solid surface.

Come sei diventato esperto di riparazione del corian e di altre solid surface?

La mia migliore scuola è stata sul campo, in affiancamento a mio padre nelle installazioni e nelle riparazioni per 6-7 anni. Questo mi ha permesso di ampliare le mie conoscenze tecniche e il ventaglio delle soluzioni possibili. Se oggi ho un mestiere tra le mani sicuramente il primo che devo ringraziare è mio padre.

Con chi avete lavorato?

Da subito, le aziende di cucina più famose delle Marche, hanno iniziato a richiederci piani di lavoro in acrilico. Tra queste ricordo Composit, Scavolini, Berloni, Pedini, Febal, Lube. Inoltre siamo stati i primi collaboratori in Italia di Samsung che distribuiva il marchio Staron.

Ed oggi?

Da più di un anno ci siamo trasferiti nella nuova sede, perché abbiamo iniziato ad offrire altri servizi quali il supporto tecnico in fase di progettazione, la produzione su misura di pezzi unici e la garanzia della consegna e dell’installazione della solid surface. Abbiamo già iniziato a collaborare con studi di architetti, designer e progettisti per progetti chiavi in mano. Tra i nostri ultimi clienti riporto gli Aeroporti di Roma

Ma nel tempo libero, a cosa ti dedichi?

Oggi alla mia famiglia, che ringrazio per il sostegno che continua a dimostrarmi ogni giorno. Tanti anni fa invece la mia passione più grande era il ciclismo, ma questa è un’altra storia….

Contattaci per un appuntamento o un sopralluogo.

Iscriviti per la partecipazione all evento